inizio pagina
 

Armonia in rete

Teoria dell'Armonia

2 - Accordo di tre suoni

Si definisce 'accordo' l'insieme di almeno tre suoni che distano tra loro a intervalli dispari (3°, 5°, 7°, ecc.).
L'accordo più semplice viene definito TRIADE ed è formato da una fondamentale, la sua terza e la sua quinta.

La triade ha origine dalla successione dei primi sei suoni armonici:


Suoni armonici

Il settimo armonico forma, con i primi sei, l'accordo di Settima di Dominante; l'ottavo armonico è ancora una fondamentale, il nono armonico forma la Nona di Dominante Maggiore.
Si noterà che, nei primi sei suoni armonici, la nota fondamentale (DO) è presente tre volte, la quinta (SOL) due volte e la terza (MI) una sola volta.
Nel caso in cui fosse necessario distrbuire l'accordo in molte voci dovremo tenere conto della successione degli armonici: prevalentemente si rafforzerà la fondamentale, poi la quinta, infine la terza dell'accordo.

Gli accordi che derivano dalla sovrapposizione dei suoni armonici appartengono all' Armonia naturale (Triade maggiore, Settima di Dominante, Nona maggiore).

Per estensione vengono costruiti accordi di triade su tutti i gradi della scala Maggiore e Minore armonica (anche melodica):

 

Triadi


Come si vede nell'esempio, le triadi sui diversi gradi sono di quattro tipi:
- Maggiore
maggiore

- Minore
minore

- Diminuita
diminuita

- Eccedente
eccedente

 

E' possibile creare altri tipi di triade ma, in tal caso, si tratta di accordi alterati (vedi la Lezione n. 13 - Accordi alterati)

L'accordo (ogni accordo) deve essere inserito in una scala, deve esse analizzato in quanto utilizza i suoni di una scala specifica; preso a sé stante non è significativo dal punto di vista tonale, è semplicemente un 'colore sonoro' senza alcuna funzione sintattica.

Un accordo di Triade Maggiore, preso in se stesso, può essere costruito sul 1°, il 4° e il 5° della scala Maggiore, oppure sul 5° (con terza innalzata) e 6° di quella minore.
Così la Triade minore può avere come fondamentale il 2°, il 3° e il 6° nella Scala Magiore, o 1°, 4° nella Scala minore.
La Triade diminuita può essere formata sul 7° grado Maggiore e sul 2° e 7° della scala minore armonica.

Esempio: l'accordo DO - MI - SOL non è sufficiente a farci percepire la tonalità di Do Maggiore; esso può essere sentito anche come 4° grado di Sol maggiore, o 5° grado di Fa Maggiore, o ancora come 6° grado in Mi minore. Su tutti questi gradi si trova una Triade Maggiore.

Accordo Maggiore

 

Posizioni e Rivolti
Disponiamo l'accordo a parti strette, la posizione è data dalla nota più acuta:
Posizioni triade
posizione di 8°, 3° e 5°

Considerando la nota del Basso avremo due rivolti:

PRIMO RIVOLTO: terza dell'accordo al basso, viene cifrato con 3/6
primo rivolto

SECONDO RIVOLTO: quinta dell'accordo al basso, viene cifrato con 4/6
secondo rivolto


La numerica indica gli intervalli rispetto al basso, in particolare il numero romano indica il grado fondamentale dell'accordo.
I numeri arabi indicano la posizione o il rivolto.

Negli accordi rivoltati la nota fondamentale è rappresentata dall'intervallo pari più piccolo rispetto al basso.

(Per l'approfondimento dei RIVOLTI vedi la Lezione n. 3)

_____________________________
PROVE PRATICHE - Lezione 2

Analisi intervalli, triadi e rivolti

 

 

Le esercitazioni grafiche e sonore sono a disposizione liberamente per l'uso privato. Se utilizzate in occasioni pubbliche si prega di citare la fonte
Armonia in rete
2016
I contenuti del sito, in tutte le sue parti, sono di composizione originale e non soggetti ad alcuna forma di Copyright.
Il materiale accademico è consultabile liberamente (in quanto atto pubblico)


aggiornamento: